Ciao Guido!

Vincenzo Lopresti | 20 marzo 2017
Scritto in: Varie

Come uno scherzo del destino, nel week end della festa del papà, ci ha lasciato Guido Fedeli, uno dei papà del centro sportivo.

Durante la stesura del libro “senza dirlo, 50 anni di centro sportivo “Don Gnocchi”” molte volte mi sono trovato con Sergio Pozzi e Carlo Guzzi a guardare le foto di tanti anni fa sgranate, in bianco e nero, qualcuna usurata dal tempo. Per ogni foto c’era un aneddoto, un ricordo vivo. Guido c’era in tanti scatti e le memorie raccontano che lui era l’uomo del fare: la maggior parte dei lavori portano la sua firma.

Appena arrivato al centro sportivo, poco più di 1000 giorni fa, Don David mi presentò Guido il quale, dopo un bel racconto sulla storia del centro, mi auguro “buon lavoro”. Provai un emozione fortissima. Tutti i pomeriggi veniva a bere il caffè e spesso insieme alle signore che frequentano quotidianamente il bar si ricordavano i tempi passati e noi giovani lì ammirati ad ascoltare.

Guido è stato presente anche negli ultimi due momenti istituzionali della storia recente del Centro: nel settembre 2015, quando insieme agli Alpini ricordammo i 90 anni dall’arrivo di Don Gnocchi a Cernusco e durante la festa del 50esimo il 2 Ottobre scorso quando al termine della Messa gli consegnai il libro appena stampato tra gli applausi sinceri dei presenti.

Per mantenere il ricordo abbiamo già qualcosa in mente: è giusto che tutti abbiano viva l’immagine di Guido, papà del Centro Sportivo. Ci sarebbe tanto da dire ma per adesso mi fermo qui. Adesso è il momento di vivere il silenzio e la preghiera. Il ricordo di Guido sarà quotidiano quando con onestà, allegria e trasparenza proveremo giorno dopo giorno ad onorare il centro come lui ci ha insegnato.

Mettersi al servizio non è semplice. Mettersi al servizio per una vita intera è davvero bellissimo. Grazie Guido.

+Copia link